Aiuti di Stato: sì al regime italiano da 1,7 miliardi per una ripresa sostenibile

Il regime italiano approvato dalla Commissione europea, all'interno del quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato, fornirà sostegno agli investimenti a favore di una ripresa sostenibile.

La misura sarà finanziata sia dal bilancio nazionale sia dalle risorse messe a disposizione attraverso il dispositivo per la ripresa e la resilienza.

Gli aiuti prenderanno la forma di sovvenzioni dirette e prestiti a tassi d’interesse inferiori a quelli di mercato.

Il sostegno pubblico finanzierà investimenti in attivi materiali e immateriali in grado di agevolare lo sviluppo di alcune attività economiche importanti per la ripresa economica, nello specifico:

  • contratti di sviluppo a sostegno di investimenti su larga scala connessi ad attività industriali, turistiche e di tutela dell’ambiente;
  • energie rinnovabili e batterie;
  • veicoli elettrici e veicoli connessi;
  • rilancio delle aree colpite dalla crisi industriale.

L’Italia garantirà che tutti gli investimenti finanziati siano ecosostenibili e l’importo degli aiuti individuali non supererà, in linea di principio, i 10 milioni per beneficiario. La previsione è che del regime potranno beneficiare tra 100 e 500 imprese.

Tutte le informazioni al seguente link.