La Commissione nomina Mauro Ferrari prossimo presidente del Consiglio europeo della ricerca

Il professor Ferrari assumerà la presidenza il 1º gennaio 2020, ed entrerà a far parte del CER in un momento importante dello sviluppo del Consiglio – l'organismo che ha il compito di sostenere finanziariamente la ricerca scientifica di punta condotta su iniziativa dei ricercatori in Europa.

Nel quadro del prossimo bilancio a lungo termine dell’UE la Commissione ha proposto il più ambizioso programma europeo di ricerca e innovazione mai concepito, Horizon Europe, su cui è stato raggiunto un accordo politico lo scorso aprile. Horizon Europe tutelerà l’indipendenza del CER nell’ambito del consiglio scientifico e l’eccellenza scientifica quale esclusivo criterio selettivo. La Commissione ha proposto un aumento significativo del bilancio per il CER per portarlo dai 13,1 miliardi di EUR del periodo 2014-2020 a 16,6 miliardi di EUR per il periodo 2021-2027.

Nel corso della sua carriera accademica il professor Ferrari ha apportato il proprio contributo in molteplici campi, quali la matematica, l’ingegneria, la medicina e la biologia, e ha contributo all’introduzione della ricerca nel settore della nanomedicina.

Ulteriori informazioni al seguente link.