MAECI: un nuovo bando per la ricerca congiunta Italia-Sudafrica

Nuovi finanziamenti per rafforzare i legami esistenti tra i due Stati, sia tra istituzioni che hanno già collaborato in passato, sia per incentivare nuove rapporti.

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha pubblicato un invito a presentare proposte per progetti di ricerca congiunti, nell’ambito del Programma Esecutivo di Cooperazione Scientifica e Tecnologica 2023-2025, tra Italia e Sudafrica.

Le azioni finanziabili devono collocarsi in una delle aree di ricerca prioritarie:

  • agricultural biotechnology;
  • artificial intelligence and high performance computing (HCP);
  • astrophysics and radio astronomy;
  • environmental technology for water resource and/or integrated waste management;
  • health research;
  • renewable energy and community energy.

Le proposte devono prevedere la partecipazione di un partner in Italia e uno in Sudafrica.
Per l’Italia, possono partecipare istituti di ricerca pubblici o privati no-profit, mentre per il Sudafrica devono essere coinvolti ricercatori residenti nello Stato stesso affiliati a un istituto di ricerca o di alta educazione.

Due le linee di finanziamento disponibili:

  1. Joint Research Project (JRP) – prevede il cofinanziamento di almeno due partner (uno in Italia e uno in Sudafrica) per progetti collaborativi che prevedano ambiziose azioni di ricerca e approcci innovativi con impatti potenziali oltre il mondo della ricerca; il contributo atteso è pari al 50% del costo totale del progetto (circa 60.000 euro), per un totale di 5 progetti finanziati;
  2. Research Staff Exchange (RSE) – intende cofinanziare la mobilità dei ricercatori (soprattutto emergenti) nel contesto di attività di ricerca bilaterali che ricevano fondi da altre fonti di finanziamento; saranno finanziati 10 progetti per un massimo di 1.500.000 euro ciascuno.

La scadenza per presentare proposte è il 31 maggio 2022
Tutte le informazioni al seguente link.