Rapporto EIT Health sull’Intelligenza Artificiale nella sanità europea

Rapporto di EIT Health Think Tank su Intelligenza artificiale e soluzioni digitali nella sanità europea, in particolare nel contesto della pandemia COVID-19. 

Il nuovo rapporto si basa su una serie di tavole rotonde che hanno esplorato l’argomento “Healthcare Workforce and Organisational Transformation with AI” e identifica una serie di aree di interesse che devono essere affrontate a livello europeo e nazionale. 

Il documento delinea l’urgente necessità di una rivoluzione tecnologica per trasformare e rafforzare i sistemi sanitari dell’UE, che nel prossimo decennio dovranno affrontare una domanda crescente, pazienti con esigenze più complesse, maggiori costi e una forza lavoro che fatica a soddisfare la domanda.

Le raccomandazioni chiave di EIT Health includono il miglioramento della collaborazione e lo scambio di buone pratiche in tutta l’UE, la costruzione di reti e infrastrutture per sostenere l’integrazione dell’IA, il miglioramento della formazione e delle competenze e lo sviluppo di modelli finanziari che incorporino l’IA e riconoscano il risparmio di costi a lungo termine.

A un livello più ampio, EIT Health sta spingendo per un’infrastruttura di dati più solida nell’UE, per condividere i dati, rintracciare le malattie, diagnosticare più rapidamente e sviluppare nuove e migliori soluzioni basate sull’IA.

L’IA ha un grande potenziale per trasformare l’assistenza sanitaria e la sfida della pandemia ha contribuito ad accelerare la sua crescita e adozione anche se sono necessari ulteriori sforzi per garantire benefici sanitari a lungo termine e serve lavorare rapidamente e in modo collaborativo per inserire l’AI nelle attuali strutture sanitarie europee. 

Per questo motivo, EIT Health sosterrà le istituzioni aiutandole ad aggiornare e riqualificare il personale sanitario, faciliterà la collaborazione tra innovatori e professionisti e coinvolgerà i politici sui cambiamenti legislativi necessari per il successo dell’AI in tutta la sanità europea. 

Maggiori dettagli al seguente link.