Regione Lombardia: selezioni per il nuovo Foro regionale ricerca e innovazione

Aperta la call internazionale di Regione Lombardia per la selezione di 10 esperti.

Nella seduta del 31 gennaio la Giunta regionale ha  approvato la “Call di raccolta delle candidature per la costituzione del Foro regionale per la ricerca e innovazione”, su proposta dell’assessore all’Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione – Fabrizio Sala.

Il nuovo Foro regionale per la ricerca e l’innovazione è l’organismo istituito da Regione Lombardia per affiancare l’istituzione nella gestione di tutte le tematiche relative a R&I, a partire dagli impatti su società e territorio.

Il procedimento selettivo, di evidenza pubblica e a carattere internazionale, permetterà di raccogliere le candidature al Foro, che saranno esaminate da una Commissione tecnica di valutazione composta da cinque esperti nelle materie afferenti alle politiche regionali di ricerca e innovazione.

La call sarà aperta dall’1 al 31 marzo 2022, e ne sarà data evidenza anche su riviste internazionali.

Gli esperti selezionati riceveranno ciascuno un compenso annuo lordo di 30 mila euro e resteranno in carica tre anni.
I 10 esperti del Foro dovranno riunirsi almeno quattro volte l’anno – anche on line – e saranno chiamati a svolgere funzioni consultive, propositive, informative.
Al Foro regionale per la ricerca e l’innovazione si chiede di tenere aggiornata Regione Lombardia sulle ultime frontiere di ricerca e innovazione, di coinvolgere i cittadini per valutare le possibili ricadute sociali di determinate tecnologie, di dare indicazioni concrete alla Giunta regionale per la stesura di documenti programmatici e per la gestione delle policy relative a tutti gli ambiti connessi a ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico.

Per la loro selezione, oltre ai titoli saranno richiesti “profili abilitanti di provata esperienza”, da ambiti afferenti al macro-campo del rapporto tra tecnoscienza e società.

Maggiori informazioni al seguente link.