Regno Unito: dopo la Brexit, un’alternativa a Horizon Europe

Il Regno Unito ha definito un programma alternativo a Horizon Europe.

Il Regno Unito afferma ancora di volersi associare a Horizon Europe, ma a causa del blocco della Commissione fino alla risoluzione degli attriti sul Protocollo dell’Irlanda del Nord, ha illustrato come intende reagire se il processo di associazione dovesse arrestarsi.

Il piano del Regno Unito prevede “misure di transizione”, concepite per una prima fase di stabilizzazione nel caso in cui il Regno Unito decida di rinunciare all’associazione, preventivamente a una vera e propria alternativa. Le misure di transizione sono concepite come un ponte verso la creazione di un’alternativa britannica completa a Horizon Europe.
Al momento, però, le tempistiche non sono ancora chiare.

L’impegno più significativo è la promessa di finanziare tutti i partecipanti britannici ai consorzi di Horizon Europe che prevedono la firma degli accordi di sovvenzione entro il 31 marzo 2025. L’impegno a finanziare tutti i consorzi rappresenta una vittoria per le università, che temevano che il governo avrebbe limitato i finanziamenti per particolari aree o imposto ulteriori controlli sui fondi ottenuti.

Ulteriori informazioni nel documento al seguente link.