Ricerca e innovazione: stop alla cooperazione con la Russia

La Commissione europea ha deciso di sospendere la cooperazione con la Russia in materia di ricerca, scienza e innovazione a seguito dell'invasione del territorio ucraino.

La Commissione non stipulerà nuovi contratti e accordi con entità russe nell’ambito del programma Horizon Europe, oltre a sospendere i pagamenti nei confronti di organizzazioni russe per quanto riguarda i contratti esistenti.

Inoltre, i progetti in corso che includono la partecipazione di organizzazioni di ricerca russe saranno riesaminate, sia nell’ambito di Horizon Europe, sia di Horizon 2020.

Allo stato attuale si tratta di 4 progetti Horizon Europe in fase di preparazione che avrebbero coinvolto entità russe, mentre 86 progetti Horizon 2020 cui partecipano 78 organizzazioni russe e che  hanno subito una sospensione dei pagamenti.

Al contrario, alla comunità scientifica ucraina sarà assegnato un ruolo chiave nei programmi quadro per ricerca e innovazione, attraverso il completamento dell’Accordo di associazione dell’Ucraina a Horizon Europe ed Euratom e immediati provvedimenti amministrativi per garantire il flusso di finanziamenti al personale ucraino coinvolto in progetti europei.

Maggiori informazioni al seguente link.
È possibile leggere il comunicato stampa al seguente link.