Silk Biomaterials: il rebranding segna una nuova tappa evolutiva a partire dal nome

Una piattaforma tecnologica multidisciplinare basata sull’utilizzo della seta.

L’azienda, una delle 34 presenti in OpenZone, ha annunciato un ampio sforzo volto al rinnovamento dell’identità di brand, incluso il cambio della denominazione aziendale in KLISBio.

L’attività è focalizzata su una piattaforma tecnologica multidisciplinare basata sull’utilizzo della seta che è in grado di generare prodotti biomedicali e soluzioni per una varietà di indicazioni cliniche, come lesioni dei nervi periferici, vasculopatie periferiche, difetti ossei, lacerazioni dei tendini e situazioni che richiedono un rilascio prolungato di farmaci.

I materiali di seta ingegnerizzata forniscono una combinazione unica di proprietà biologiche e meccaniche straordinarie per una varietà di indicazioni cliniche. La fibroina di seta poi è totalmente biocompatibile e in grado di promuovere la proliferazione cellulare, stimolando la rigenerazione dei tessuti in vivo.

Le parti del nome KLIS (“silk”, seta in inglese, al contrario) e Bio denotano l’impegno dell’azienda volto a sfruttare le potenzialità della fibroina di seta per promuovere la riparazione endogena di tessuti molli del corpo umano.

Il primo dei prodotti KLISBio, un innesto a base di seta per la riparazione dei nervi periferici, si prevede sarà disponibile per l’impiego clinico nel 2023 e sarà seguito dall’introduzione di altri prodotti.

Leggi il comunicato stampa al seguente link.