Unione Europea della Salute: la Commissione avanza nuove proposte per rafforzare la risposta alle crisi sanitarie

L'11 novembre 2020 la Commissione Europea ha presentato una serie di proposte per rafforzare il quadro di sicurezza sanitaria dell'UE, muovendo i primi passi verso la costruzione dell'Unione Europea della Salute.

Tali proposte, racchiuse nella Comunicazione “Building a European Health Union – preparedness and resilience”, hanno l’obiettivo di migliorare la preparazione alle crisi e il ruolo di risposta delle principali agenzie dell’UE. Per intensificare la lotta contro la pandemia di Covid-19 e le future emergenze sanitarie, è necessario un maggiore coordinamento a livello UE. Traendo insegnamento dalla crisi attuale, le nuove proposte garantiranno una preparazione e una risposta più forte. Esse si concentrano in particolare sulla revisione del quadro giuridico esistente per le gravi minacce transfrontaliere alla salute, prevedendo un nuovo regolamento sulla preparazione, il monitoraggio, la raccolta di dati e il coordinamento in caso di dichiarazione di un’emergenza a livello UE. Un altro punto fondamentale riguarda poi il rafforzamento del ruolo di preparazione e risposta alle crisi delle principali agenzie dell’UE, in particolare il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e l’Agenzia europea per i medicinali (EMA). Il Covid-19 ha dimostrato che entrambe le agenzie devono essere rafforzate e dotate di mandati più forti per proteggere meglio i cittadini e affrontare le minacce sanitarie transfrontaliere.

Leggi il comunicato stampa al seguente link.